Rapporto del 2019 elaborato dall’ Associazione Naga e dalla S.I.M.M. (Società Italiana di Medicina delle Migrazioni) sull’ attuale legislazione sanitaria per immigrati irregolari e la sua fruibilità a livello regionale.

Alla redazione del report hanno collaborato esperti impegnati nell’ambito della migrazione e della salute in diverse regioni italiane. Il rapporto ha messo in evidenza come la normativa italana in materia rappresenti una “buona legge” seppure vi siano delle criticità. Due grandi problematiche che vanno ad inificiare i diritti di salute degli immigrati irregolari, riducendo la fruibilità dei servizi, in particolare,  si ricollegano alla regionalizzazione delle disposizioni sanitarie, che favorisce inadempienze locali, e all’elevato numero di immigrati “neocomunitari” (Romeni e Bulgari, circa il 25% del totale) “per i quali la mancanza di un Sistema Sanitario Nazionale a copertura universale costituisce un presupposto foriero di discriminazioni rispetto alla reciprocità delle prestazioni sanitarie nel resto dell’U.E.”

Per ulteriori approfondimenti clicca qui. 

Per scaricare il Report per intero in formato PDF clicca qui.